La sezione FAQ del direttorato di trasferimento tecnologico di IIT ha l'intento di rispondere ad alcune delle domande più frequenti relative alle principali attività svolte dalle divisioni interne delle quali cui è composto il Direttorato TT . Per ottenere le informazioni desiderate è sufficiente premere il bottone relativo all'area di interesse.

Licensing

Una licenza è un permesso all’utilizzo di una proprietà intellettuale (ad esempio brevetti, software, know how). La licenza è garantita da un soggetto (il licenziante) ad un altro soggetto (il licenziatario), solitamente dietro ad un accordo di licenza scritto e ad un compenso economico. Uno degli obiettivi del Trasferimento Tecnologico è quello di licenziare le tecnologie di IIT in modo da trasformare la ricerca in vera innovazione.

Si può contattare il direttorato di trasferimento tecnologico alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

In accordo con la policy PI (proprietà intellettuale) di IIT, un terzo dei ricavi derivanti dalla licenza vanno al gruppo di inventori. Da questa cifra vanno dedotte le spese per la protezione della tecnologia (ad esempio i costi dei brevetti).

Il processo di licenza può richiedere lunghe ed elaborate interazioni con le compagnie partner. Esso è condotto dal Trasferimento Tecnologico, tuttavia gli scienziati svolgono un ruolo importante supportando il processo con la loro partecipazione agli incontri tecnici con i potenziali licenziatari. Inoltre gli scienziati sono solitamente coinvolti nelle strategie di licenziamento della tecnologia.

Contratti di Ricerca

Attività sponsorizzate da, e condotte in collaborazione con, imprese o altri enti di ricerca riguardanti progetti di comune interesse; possono essere applicati ad attività di ricerca, servizi, opportunità di consulenza o programmi di diffusione.

Il contatto iniziale può essere doppio: è possibile contattare direttamente il ricercatore principale/lo scienziato di riferimento per la tecnologia oppure è possibile entrare in contatto direttamente con la direzione del trasferimento tecnologico inviando una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

In linea di principio, IIT mantiene la proprietà intellettuale sui risultati del progetto e concede all’azienda una licenza esclusiva o non esclusiva. Questa linea di azione mette l’azienda stessa in una solida posizione per una successiva fase di commercializzazione.

Nel caso di uno studio di fattibilità la collaborazione dura tipicamente 3/6 mesi, mentre la durata tipica per quanto riguarda un contratto di ricerca si attesta sui 9/36 mesi.

La compagnia paga solamente i costi incrementali del progetto (costi diretti e overheads) dal momento che la Fondazione è un ente no-profit. Non viene quindi calcolato alcun costo di ricarico sul progetto.

Brevetti

Un brevetto garantisce all’inventore il monopolio per lo sfruttamento dell’invenzione.

Il TT insieme agli inventori effettua una profonda analisi dello stato della tecnica nota e verifica i requisiti di brevettabilità al fine di ottenere un valido brevetto per l'invenzione proposta. Il processo per brevettare l’invenzione durerà circa quattro mesi.

È possibile scaricare il documento Record of Invention (ROI) dal sito web IIT nella sezione Trasferimento Tecnologico alla voce Brevetti ( https://www.iit.it/technology-transfer/technology-transfer-patents). Dopo averlo compilato, è possibile inviarlo alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. insieme a tutta documentazione che si ritiene rilevante.

Prima di divulgare la possibile invenzione in un articolo scientifico, in un poster, durante una conferenza, su un sito web, etc. è bene considerare l’opportunità di brevettare l’idea. Non esitate a contattarci alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.